COSA SONO I FILTRI ND?

I filtri ND sono filtri neutri in vetro ottico o resina che si applicano direttamente sull’obiettivo della fotocamera.

Il loro scopo è quello di ridurre la quantità di luce che entra, alterando di conseguenza il tempo di scatto e l’esposizione, possono essere graduati per diminuire la luce solo in alcune zone oppure completamente scuri per ridurla in tutta la foto.

Ma perché dovrei ridurre la quantità di luce?

Perché in questo modo si possono ottenere alcuni degli effetti più belli della fotografia, come per esempio l’effetto seta dell’acqua o la resa del movimento rapido di un’auto o di un animale.

Per creare questo genere di effetti abbiamo bisogno di tempi di scatto molto lunghi, di alcuni secondi, che se imposteremmo durante una bella giornata di sole, le nostre fotografie risulterebbero totalmente bianche.

Per questo abbiamo bisogno di ridurre la luce.

LucaBeniniPhotography Kirkjufell-Islanda-Alba-Snaefellsnes-Luca-Benini-1024x750

Il Kirkjufell all’alba: qui ho usato un filtro digradante soft da 6 stop per compensare la luminosità del cielo

Ok, devo ridurre la luce. Ma di quanto esattamente?

I filtri si classificano in base alla quantità di luce che sono in grado di assorbire.

Ma facciamo un passo indietro, dobbiamo introdurre il concetto di stop. Uno stop è l’intervallo tra una quantità di luce e la sua metà.

Un filtro ND che assorbe metà della luce significa che diminuisce l’esposizione di uno stop.

Di conseguenza, se cala la luce in entrata aumenta il tempo di scatto.

E precisamente diminuire di uno stop significa dimezzare la quantità di luce.

I filtri nd sono classificati con numeri che indicano quanta luce lasciano passare nell’obiettivo. Un filtro ND2 fa passare metà della luce, quindi assorbe 1 stop e raddoppia il tempo di scatto. Il filtro ND4 lascia passare 1/4 e quindi riduce di 2 stop e aumenta di 4 volte il tempo di scatto… e cosi via.

I più usati sono il filtro ND32 che assorbe 5 stop e ND1000 che ne assorbe 10. ND1000 permette di allungare molto il tempo di scatto e quindi permette una grande versatilità di utilizzo.

Per aiutarti nel calcolo dei tempi scatto esistono apposite tabelle e app che calcolano i tempi automaticamente.

Ma se il contrasto fra cielo e terra è troppo forte? Spesso succede di dover scegliere se esporre correttamente il primo piano oppure il cielo, sacrificando immancabilmente l’uno o l’altro.

Se si sta fotografando una scena con forti contrasti di luminosità si possono fare due esposizioni distinte oppure si possono utilizzare i Filtri ND graduati. Questi filtri sono digradanti, cioè si usano per assorbire la luce solo su una parte della scena. In questo modo la parte oscurante dovrà essere posizionata in alto, per sottoesporre il cielo, mentre la parte trasparente permetterà una perfetta esposizione anche del primo piano.

I filtri graduati hanno una capacità di assorbimento della luce di 2, 4, 6, o 10 stop.

LucaBeniniPhotography Luca-Benini-Ravenna-Tramonto-1024x683

ND 6 stop per allungare l’esposizione al tramonto

Troppo bello per sembrare vero? Infatti i tuoi dubbi sono fondati.

Il filtri hanno 2 difetti principali:

  • Perdita dei dettagli: trovare filtri di alta qualità a prezzi accessibili è abbastanza difficile, i filtri più economici sono un compromesso, riducono la luce ma anche una gran quantità di dettagli.
  • Mirino buio: quando sulla fotocamera è applicato un filtro ND, il mirino può risultare molto buio e quindi è difficile leggere la scena.

Per ovviare a questi problemi ci sono soluzioni semplici:

Per quanto riguarda il mirino buio basta comporre e inquadrare la scena senza filtro e poi aggiungerlo prima di scattare.

Mentre per la perdita dei dettagli, posso consigliare i portafiltri e i filtri Lucroit.

Il portafiltri Lucroit è stato progettato da un ingegnere spagnolo che voleva trovare una soluzione al montaggio dei filtri per gli obiettivi grandangolari. Si tratta di un portafiltri che si adatta facilmente all’obiettivo grazie a un solido innesto in metallo con un anello di fissaggio in gomma. In questo modo si adatta perfettamente al paraluce e non cade. Il portafiltri Lucroit è realizzato in plastica, quindi è molto leggero e semplice da fissare.

Questo portafiltri è stato progettato per accogliere filtri da 165 x 200 mm. Con queste dimensioni non c’è possibilità di vedere alcuna vignettatura anche con un grandangolo.

I filtri Lucroit si inseriscono facilmente nel portafiltro e si adattano perfettamente all’obiettivo in modo da non scivolare, ma si possono muovere facilmente in modo da poter comporre senza problemi.

Questi filtri hanno una qualità incedibile e non c’è quasi alcuna perdita di dettaglio. Lucroit ha creato filtri che permettono ad ogni fotografo di essere creativo e di ottenere sempre gli scatti che desidera.

LucaBeniniPhotography Luca-Benini-Oregon-Washington-Cascata-1024x684

ND 3 stop per creare questo effetto movimento sulle cascate

Vediamo un esempio pratico.

Ti trovi in qualche posto pazzesco tipo Islanda, Canada, Bostwana e davanti a te ci sono meravigliosi muri d’acqua che cadono da alcune centinaia di metri. Il meteo è splendido.

Spesso un filtro ND1000 è perfetto per situazioni come queste. Se il tempo di scatto senza filtro è di 1/250, una volta applicato il filtro il tempo aumenta fino a ben 4 secondi. In 4 secondi l’effetto seta è quasi assicurato.

Ovviamente non c’è bisogno di prendere un volo intercontinentale per ottenere l’effetto seta, ti basta un piccolo riuscello o le onde del mare sugli scogli per esercitarti.

LucaBeniniPhotography Luca-Benini-Canada-Banff-Jasper-Neve-1024x684

In questo caso ho usato un digradante soft da 10 stop che mi ha permesso di non bruciare il sole

Vieni a conoscermi durante uno dei miei workshop fotografici...